Ca' Cerfogli

  • Ristorante / Albergo
  • Contatti: 0536 65052
  • E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Sito ufficiale
Dai un voto a questo locale
4Voti 3.0 su 5
Scritto da Laura
Letto 2986 volte

Aggiungi commento

Attenzione! Inserendo un tuo commento acconsenti automaticamente alla memorizzazione e all'utilizzo dei tuoi dati da parte di questo sito.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

# La merenda del 23 aprile 20
Locale molto bello, cucina tradizionale, funghi, tartufi, pasta e dolci fatti in casa, ampia cantina.

Sia mo ad Acquaria, bel paese a 800-900 metri in pieno Appennino, vicino agli impianti invernali di Sestola e del Monte Cimone.
Ca Cerfogli è albergo e ristorante.
La costruzione è un poderoso palazzo del 1600 che è stato recentemente ristrutturato con cura, mantenendo la pietra a vista (anche per alcuni interni) e le travi in legno. La prima impressione è di calda eleganza che non mette a disagio.
Ai due piani superiori le camere, e la sala della colazione ricavata in mansarda.
L’ac cesso ai disabili è garantito da ascensore.
Tut to pulitissimo, esemplari anche i bagni con il locale affollato.
Il ristorante può essere indicato sia per gruppi numerosi sia per cene più intime.
La famiglia di Ca’Cerfogli ha una provata esperienza di ristorazione (prima di questo esercizio gestivano il Monteverde, sempre ad Acquaria), la cucina è tradizionale con materie del territorio legate alla stagione.
Il menù fisso proposto il sabato sera e la domenica è una sicurezza per gli avventori: antipasto, tris di primi (tirati a mano, conosciutissimi i loro tortelloni) e secondo, il tutto a base di funghi e tartufo con anche carni di fassona. I dolci sono fatti in casa
Notevole la cantina, sia per fornitura sia per ambiente.
Al piano terra si trova una sala bar-ristorante, dove pietra e travi a vista dominano rendendo l’atmosfera simile a quella delle taverne. Sempre al pianterreno ci sono le due cantine, visitabile quella dei vini, più “restricted” l’altra.
Al primo piano si trova una zona bar-reception con attiguo tinello con camino. La sala da pranzo principale (separata dal bar e dall’impronta classica di ristorante) può contare su un’altra sala separata ed un piccolo ed intimo rifugio nella torretta (circa sei coperti).
Tant i e curati i coperti, ben distanziati quelli della sala principale. La prenotazione è consigliata in settimana, indispensabile per finesettimana e festivi.
Atten to e cordiale il servizio.

La merenda del 23 aprile 2011.
Ci accomodiamo su una delle botti di fronte al banco bar, la seduta sugli alti sgabelli non è comodissima per quello che potrebbe essere un pranzo completo, ma per l’occasione va benissimo.
Acq ua naturale in bottiglia di vetro da 0.75.
Traminer aromatico delle Venezie i.g.t. di Wallenburg 2010.
Crostini funghi e tartufo: il pane simile a quello toscano, siamo vicini, è ben croccante e tiepido come la fine dadolata di funghi (la base di tanti piatti). Il tartufo a lamelle è servito su una saporita salsa, sempre su crostini.
Batt uta di fassona con prugnoli: saranno ben quattro alla fine … su di un grande piatto caldo la polpetta di carne cruda viene servita già condita con uno spruzzo di limone, olio e sale, e naturalmente abbondanti lamelle di prugnolo crudo. Anche se il calore del piatto esalta l’aroma dell’olio, i profumi del fungo la fanno da padrone. Una vera goduria, per chi è amante del prugnolo, naturalmente.
Patate al forno: piccolo assaggio, buone profumate e non bruciate.
Tagl iatelle con spugnole: tagliatelle leggere e sugo di funghi (piccoli e fatti a tocchetti, a volte servono le grosse cappelle) molto saporito.
Batt uta con spugnole: carne cruda, come sopra, con lo stesso sugo ai funghi delle tagliatelle.
D al carrello dei dolci scegliamo crema all’ananas e panna cotta alla menta: immancabile l’assaggio della gialla crema all’ananas per poi rinfrescarsi con quello che abbiamo ribattezzato “latte e menta”, eh già … ricorda proprio quella bevanda che una volta si chiamava “tropical”.
Ca ffè, Montenegro e grappa De Mezzo 1896 “La Decana” offerti al banco.
Incredi bile conto di 55€!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore

Ultimi inseriti - montecreto

Ristoranti nei dintorni.... - montecreto