Taverna dei Barbi

  • Ristorante
  • Contatti: 0577 847117
  • E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Sito ufficiale
Dai un voto a questo locale
2Voti 3.5 su 5
Scritto da Laura
Letto 3165 volte

Aggiungi commento

Attenzione! Inserendo un tuo commento acconsenti automaticamente alla memorizzazione e all'utilizzo dei tuoi dati da parte di questo sito.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

#
Un sabato in Val d'Orcia, tra le più belle colline toscane, in primavera è una cosa indimenticabile . Abbiamo deciso di saltare la visita dei luoghi più frequentati, tranne la puntatina all'Abazia di Sant'Antimo, alla quale non si riesce proprio a rinunciare.
E quindi, Castiglione d'Orcia e la sua Rocca, San Quirico d'Orcia, Sant'Angelo in Colle ecc.
E, ammirando e fotografando di quà e di là, l'occhio si sofferma su una indicazione: Taverna dei Barbi.
Sono le 12:30, lo stomaco comincia a protestare, e quindi... via, si volta e ci si inoltra per lo sterrato che porta in un paio di KM alla Taverna.
L'amb iente è accogliente, tipicamente toscano, una sorta di Fattoria/Agritu rismo dove è possibile mangiare, pernottare e visitare anche un Museo del Brunello di Montalcino.
Ci presentiamo e, fortunatamente, riusciamo ad accaparrarci l'ultimo tavolo disponibile, nella veranda esterna (la sala interna, molto bella, in stile rustico con grande camino in pietra al centro, è occupata da una comitiva in gita).
Il personale è molto cortese e prodigo di spiegazioni sui piatti e sull'origine dei prodotti usati.
Il menù offre quattro o cinque scelte per ogni portata ed una degustazione a 40 euro.
Non è necessario ordinare la bottiglia: è possibile gustare i vini al bicchiere, cosa che, essendo solo in due e dovendo guidare ancora per 300 km (una bottiglia intera potrebbe essere pericolosa), gradiamo particolarmente . Chiaramente optiamo per un Brunello della Casa.
Antipast i: la mia gentile consorte opta per i tipici CROSTINI TOSCANI (particolarment e buono quello con patè di salsiccia e pecorino), mentre io propendo per la RICOTTA AL FORNO CON INVOLTINI DI VERDURA. La ricotta, prodotta in loco e magistralmente passata nel forno a legna si abbina perfettamente alle verdure: sicuramente un buon inizio.
Passia mo ai primi: per ZUPPA DI CANNELLINI, per me PINCI (fatti a mano, naturalmente) ALL'AGLIONE. Due buoni piatti. che ci lasciano soddisfatti.
P er secondo scegliamo tutti e due la TAGLIATA DI MANZO CON RADICCHIO ROSSO AL FORNO. Carne tenerissima, cotta perfettamente. Ottimo l'abbinamento con il radicchio rosso, reso appena croccante dalla cottura nel forno a legna.
Per concludere, come dessert, prendiamo, dietro consiglio del maitre, due eccellenti RICOTTE DOLCI CON CIALDINE E FRUTTA CANDITA, accompagnate da due bicchierini di Vinsanto locale.
Caffè e conto di 97 Euro in due. Giusta spesa, penso, per un buon pranzo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore

Ultimi inseriti - montalcino

Ristoranti nei dintorni.... - montalcino