Osteria di Giovanni

  • Trattoria
  • Contatti: 055 284897
  • E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Sito ufficiale
  • Chiusure: martedi
Dai un voto a questo locale
1Voti 5.0 su 5
Scritto da Laura
Letto 2290 volte

Aggiungi commento

Attenzione! Inserendo un tuo commento acconsenti automaticamente alla memorizzazione e all'utilizzo dei tuoi dati da parte di questo sito.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

# Grande Giovanni......
Week-end a Firenze, un paio di giorni di relax all’insegna del buon bere e del buon mangiare.
Pur senza avere alcuna guida del loco, mi ero ben documentato in precedenza,e come primo appuntamento gastronomico son arrivato a Via del Moro, dopo che ci eravamo saziati d’arte in giro per questo museo senza mura che chiamano Firenze.
Qui ho potuto sperimentare che la cucina toscana, da come e’ interpretata in questa trattoria, e’ senz’altro all’altezza della bellezza della citta’.
Locale piccino, mobilio in arte povera, posaterie di quelle buone ma, soprattutto, il sorriso e la cordialita’ con cui ti accolgono, quelli si, ti catturano e ti fan sentire di casa.
Abbiamo iniziato con una sorta di degustazione dei diversi antipasti toscani, tra cui crostini, in particolare quelli caldi di fegato fantastici, salumi, ricottine, formaggi con le salsine……insomm a, un bengodi di gusti!
Ci si tiene leggeri, comunque, per l’agognata Fiorentina, quella che agognavamo da quando siamo partiti da Roma.
Ce ne propongono una di due chili e mezzo,ce la portano al tavolo, la guardiamo gia’ pregustandone il sapore…..se la porta via quindi, in cucina, dove dei bei carboni ardenti la cuoceranno a regola d’arte…..
Arri va finalmente…fuma nte, profumata,trabo ccante di umori mentre ancora sta sfrigolando.
L a proviamo, ci guardiamo….mai mangiata una carne cosi’ buona, tenera, gustosa:credete mi, e’ stata una vera stupenda conferma di cio’ che mi avevano detto, e cioe’ che qui l’avrei mangiata come mai altrove.
Accom pagnata da ottime patate al rosmarino e da fiori di zucca pastellati, insieme al Chianti propostoci, abbiamo avuto una specie di esperienza extrasensoriale !
Cantuccini e vin santo, amari e grappe (offerte),insie me ad un buon caffe’, hanno degnamente concluso questo pasto luculliano.
Se mpre coccolati e ben serviti da personale efficientissimo .
In ultimo il sor Giovanni ci ha regalato dei cantuccini ed una bottiglia di Chianti delle sue.
Grande Firenze!
Grand e Giovanni!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore

Ultimi inseriti - firenze

Ristoranti nei dintorni.... - firenze