conservare_cibi

Essere in grado di conservare i cibi in modo corretto

Ogni giorno e ad ogni pasto, maneggiamo una certa quantità di alimenti mettendone da parte degli altri. Essendo la preparazione dei piatti una quotidianità presente in ogni famiglia, è necessario conoscere i sistemi migliori per conservare i cibi senza danneggiarli o deteriorarli, evitando così la formazione di batteri dannosi alla nostra salute.

Partiamo innanzitutto da tre concetti fondamentali, forse ovvi, ma che vanno sottolineati:

  • lavarsi sempre le mani prima e dopo aver toccato gli alimenti
  • conservarli nel modo più adeguato
  • mantenere uno stato di igiene impeccabile negli ambienti dove si cucina

Conservare i cibi - gli alimenti più a rischio 

Gli alimenti più rischiosi di contagio o di deterioramento sono sicuramente quelli ancora crudi (carne e pesce in primis) ma anche quelli tolti dal congelatore, anche se già cotti in precedenza. Per conservare bene i cibi da riutilizzare successivamente, è necessario conoscerne le caratteristiche e suddividerli all'interno del frigorifero o della dispensa in modo intelligente.

 

Da ricordarsi che:

  • nel frigorifero, ogni alimento crudo andrebbe separato dal resto; le verdure e la frutta, ad esempio, devono stare negli appositi cassettoni, di cui oramai ogni modello di frigorifero è provvisto, tienile nei contenitori di plastica con i buchi oppure in sacchetti di carta; MAI conservare frutta e verdura in borse di plastica tipiche della spesa
  • carne e pesce crudi vanno tenuti separati dal resto e chiusi in appositi contenitori; vanno consumati entro 3 giorni dall'acquisto, anche se conservati correttamente e sempre nel frigo
  • tutti gli alimenti presenti nel congelatore vanno scongelati nel frigorifero, e non all'esterno dell'elettrodomestico, pena la proliferazione immediata di batteri. Una volta scongelati, i cibi non potranno più essere riposti nuovamente nel congelatore e andranno consumati entro 24 ore
  • il frigo va pulito e ripulito molto spesso, con acqua e aceto, e andrebbe aperto il meno possibile
  • i prodotti acquistati in busta dichiarati "pronti per l'uso" per una sicurezza personale e della propria famiglia andrebbero comunque risciacquati sotto acqua fresca corrente

Conservare i cibi - una cucina igienizzata

La cucina andrebbe pulita con regolarità; ogni attrezzo, utensile, robot, frullatore, andrebbero accuratamente controllati in modo da non lasciare alcun residuo su di essi; il tagliere va controllato e ripulito dopo ogni uso, specie se abbiamo appoggiato elementi crudi. Anche il piano cottura, il mobilio, la rubinetteria, vanno puliti giornalmente con prodotti specifici.

Da non dimenticare il pavimento, grande dispensatore di batteri; va pulito molto spesso da residui, macchie, gocce, e lavato almeno 3 volte la settimana.

Scritto da Laura Perzan

 
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna