Il carrello della spesa: come risparmiare ed evitare sprechi

come risparmiare sulla spesaCome tutte le brave massaie sapranno, in questi ultimi tempi, con i continui rincari sui prodotti, anche quelli di prima necessità, e gli stipendi che non aumentano, o, in casi più gravi, spariscono proprio, avere delle tecniche sul "come risparmiare" e del "quanto risparmiare" quando si va al supermercato è diventato un must.  Proviamo a riassumere i punti fondamentali da memorizzare necessariamente per risparmiare:

  • decidere PRIMA di andare al supermercato COSA cucinare nei giorni seguenti (una specie di menu familiare)
  • stilare una dettagliata LISTA della spesa; sembra banale ma non sottovalutatene l'importanza
  • recarsi al supermercato con la pancia PIENA: andarci da affamati ci farà sicuramente acquistare qualche prodotto di facile consumo
  • evitare quando possibile prodotti troppo particolari od elaborati: le materie prime o SEMPLICI ci costano sicuramente meno; ad esempio prediligere la lattuga rispetto ad una verdura magari non di stagione ma prelibata; oppure prendere le mele piuttosto del mango
  • fare molta attenzione alle OFFERTE: i manager dei grandi supermercati sanno quello che fanno e ci ingannano spesso con offerte che sembrano tali ma non sempre corrispondono a realtà
  • quello che non compare sulla lista NON è fondamentale per sopravvivere: non facciamoci attrarre da prodotti più o meno stuzzicanti che sono devianti per il raggiungimento del nostro scopo
  • attenzione alle date di SCADENZA: non comprare, ovviamente, prodotti già scaduti, ma neanche prodotti con una scadenza molto limitata nel tempo, specie se siamo abituati a fare una spesa settimanale; eviteremo così di buttare del cibo andato a male
  • confrontiamo i PREZZI tra i vari supermercati: forse andiamo sempre nello stesso per comodità, per velocità, ma non sempre è indice di risparmio

Come risparmiare sugli acquisti facendoli più spesso

Possiamo anche valutare, laddove il tempo a disposizione ce lo permetta, la possibilità di acquistare i cibi ogni due-tre giorni; così facendo, abbiamo più chiari a mente i piatti che vorremmo preparare per la nostra famiglia. A volte programmare un'intera settimana risulta fuorviante e non tiene conto di fattori contingenti quali una malattia, un ritardo sulla preparazione di una pietanza tale da dover cambiare idea o altro ancora. 

In questo modo eviteremo di sprecare alimenti che si deteriorano nel tempo, o anche, non sottovalutatelo, di mangiare di più. Perchè quando in frigo ci sono dei cibi da "far andare", magari oltre al piatto di pasta ci aggiungiamo anche il pezzo di formaggio che, in quel pasto, è "un di più " non necessario.

E quindi fare correttamente la spesa, in modo intelligente, non consente solo di risparmiare, ma anche di seguire una dieta armoniosa e funzionale rispetto alle effettive necessità del nostro corpo.

Scritto da Laura Perzan

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna